Vai al contenuto

La bandiera italiana: simbolo della nostra identità, libertà e uguaglianza

Domenica 6 novembre alle ore 9.30 ci siamo ritrovati con gli alunni delle scuole IC Ladispoli 1, Corrado melone e IC Ladispoli 3 sul piazzale della stazione. Erano presenti tutte le associazioni delle Forze Armate, gruppi di volontariato e tanti bambini, sereni, felici, con le loro coccardine tricolore e le bandiere. Alle ore 10 inizia la sfilata del corteo: camminando lungo il viale ci rendiamo conto di essere davvero tanti! Le persone lungo i marciapiedi ci osservano e siamo tutti orgogliosi testimoni della nostra identità nazionale.
Giunti in Piazza Scarabellotto, viene deposta, con le dovute onoreficenze, la corona di fiori e a seguire la benedizione del Parroco della Madonna del Rosario. Successivamente ci avviamo verso il piazzale dei caduti e sia il discorso di apertura del piccolo Gioele e sia l’intervento della presentatrice Dolores mettono in evidenza l’umiltà, il valore, il sacrificio di tutti gli italiani caduti in guerra e di coloro che ancora oggi si impegnano con coraggio nelle missioni umanitarie, nel servizio alla comunità, nel mantenere l’ordine pubblico.img_4228

L’alzabandiera è stato un momento particolare: cantando insieme l’Inno nazionale, ci siamo sentiti fratelli gli uni con gli altri, abbiamo dato la giusta onoreficenza al tricolore simbolo di pace, libertà, giustizia, impegno, coraggio e speranza.

Gli interventi delle personalità politico istituzionali hanno dato risalto a tutti quei valori sopra citati per i quali siamo impegnati giorno dopo giorno a lottare, a credere e ad amare.

Grazie a chi con fervore e costanza testimonia sul nostro territorio e nel mondo il nostro credo, la nostra identità nazionale.

Un ringraziamento speciale è doveroso rivolgerlo al Maresciallo della Marina Militare Luigi De Giovanni, che ha magistralmente curato le fasi logistico-organizzative dell’evento e lo ha condotto con cura e dedizione.

Lascia un commento

Il tuo indirizzo email non sarà pubblicato. I campi obbligatori sono contrassegnati *